Come Napoleone a Waterloo

3 Apr

Il video originariamente era stato caricato su youtube ed è stato rimosso ma prontamente è stato inserito su Libero. Anche RepubblicaTV ce l’ha !

Mezza blogosfera sta prendendo per il culo Luca Luciani , responsabile domestic mobile services di Telecom Italia , per il suo speech ad una (credo) assemblea telecom.

Ebbene , a parte essere sgrammaticato , superficiale e ignorante , il suo discorso a me sembra avere una buona efficacia.

Ecco la trascrizione :

Questo è il messaggio a cui tengo molto.
Perché ho la faccia incazzata ?
Ho la faccia incazzata perché respiro sfiducia , respiro aria da aspettativa , respiro quelle facce da senso critico , come quando uno vede una partita di pallone non ce la fa e tutti sono professori ; perché , perché la gente legge i giornali , vede il titolo , si rimbalza si crea dei grandi film che sono tutte cazzate !
Oggi non parlo di Alessandro , parlo di Napoleone. Napoleone a Waterloo , una pianura in Belgio , fece il suo capolavoro , tutti lo davano per fatto , cotto , per la supremazia degli avversari , c’aveva cinque grandissime nazioni contro , delle forze in campo . Però strategia , chiarezza delle idee , determinazione , forza , Napoleone fece il suo capolavoro a Waterloo.
Allora , le facce scettiche , le facce di … non servono a un cazzo . Questa è una delle aziende più belle che esiste al mondo. E allora , forte di questa convinzione , noi dobbiamo dimostrare che questo è un fatto. Piangersi addosso non serve assolutamente a niente.
E come nel momento duro , dagli spalti la gente ti dice ” ehhh la squadra non gira , non corrono ” , bene , correte di più , stringete i denti , prova di carattere. E allora dagli spalti vi applaudiranno perché voi andrete e segnerete. Come fece Napoleone a Waterloo

Ripeto a parte la sintassi e l’evidente pochezza culturale (Napoleone fu sconfitto a Waterloo!!!), l’idea di fondo del riscatto e della spinta a dare di più mi sembra lodevole.

125 Risposte to “Come Napoleone a Waterloo”

  1. NicPic 3 aprile 2008 a 12:18 #

    Ma che stai a dì?? A parte la sintassi e la pochezza culturale??? Ma come a parte? L’efficacia di un discorso pubblico è su queste cose che si base: sull’accuratezza dei riferimenti e sulla qualità dell’esposizione.
    Ti pare che uno che mette un “cazzo” ogni tre parole possa essere efficace nel motivare la sua audience? Ma fammi il favore !

  2. antonde 3 aprile 2008 a 12:24 #

    @NicPic il mio voleva essere un post ironico ….. Evidentemente non ho stretto i denti e non ho dato prova di carattere , perché tu non mi hai capito e ti sei creato un grande film che sono tutte c***ate.

    Ciao !

  3. Victoria 3 aprile 2008 a 12:30 #

    Secondo voi Luca Luciani ha master e corsi di specializzazione?
    Che Napoleone perse a Waterloo lo sanno tutti i bambini delle elementari.

  4. NicPic 3 aprile 2008 a 12:35 #

    @atonde: la prima regola della comunicazione é che se il messaggio non arriva, la colpa è di chi parla, non di chi ascolta. Ergo: mi sa che devi lavorare un po’ sull’ironia
    Ciao

  5. Angelo 3 aprile 2008 a 13:02 #

    hai cannato la trascrizione, il “primate” chiude con un “NapoleTone”

  6. giusy 3 aprile 2008 a 14:08 #

    però ragazzi, nessuno che dalla platea alza la manina o dice che era Austerlitz!!!
    Ignorante anche la massa che tenta di motivare…o solo dei gran codardi?

  7. HariSeldon 3 aprile 2008 a 14:34 #

    Che tristezza, che sconforto, la mia bolletta aumenta per pagare lo stipendio a questa teppa …”Napoleone a Waterloo , una pianura in Belgio , fece il suo capolavoro …”
    Una volta ai somari si dava il cono con le orecchie da mettere in testa. Oggi gli si dà il completo di Armani e una dirigenza Telecom.
    Si può anche piangere, tanto abbiamo perso anche l’ultimo brandello di dignità.

    P.S: e meno male che no ha parlato di Alessandro.

  8. asdrubale barca 3 aprile 2008 a 15:54 #

    Chi sente questo intervento si affretta ad abbandonare la barca, se al timone c’è uno come il dottor (?) Luciani, altro che riscatto e spinta a dare di più.
    Oltre tutto i corsi di motivazione sono abbastanza standard, come pure i discorsi che insegnano, e questo intervento è molto scadente.

  9. GS 3 aprile 2008 a 17:03 #

    il video è stato rimosso da Youtube, però lo trovi ancora su Repubblica. ti riporto il link

  10. HariSeldon 3 aprile 2008 a 18:04 #

    Tanto per mantenersi aperte più possibilità trovate il novello “Von Clausewitz” anche qua.

    http://video.libero.it/app/play?id=4dd44ba563385f01aeaca3fef24e171b

    Ciao.

  11. antonde 3 aprile 2008 a 18:14 #

    Credo di dover mandare una mail di ringraziamento a Luca , non ho mai avuto così tanti accessi su questo blog 🙂

  12. pippo 3 aprile 2008 a 20:52 #

    ….Io la motivazione in questo video l’ho trovata: se questo qui è arrivato dove è arrivato allora tutti abbiamo una speranza!!!!

  13. gigicogo 3 aprile 2008 a 21:43 #

    Urca, avevo solo letto il testo da Felter.
    Ora so che lo hai fatto tu!
    Ti ringrazio. Hai salvato una specie di “stele di roseta” del nuovo millennio.
    Lo dobbiamo regalare ai posteri!

  14. Oscaruzzo 3 aprile 2008 a 21:52 #

    Tanto per essere precisi sulla trascrizione, non dice “Piangersi addosso non serve assolutamente a niente”. Dice invece “Piangersi addosso non serve assolutamente a GNENTE.” 😉

    Scherzi a parte, il lapsus su Waterloo puo` capitare, ma e` la preoccupante mancanza di grammatica che indica davvero la caratura di questo soggetto…

  15. dagoboy 3 aprile 2008 a 22:58 #

    chi vuole scommettere che fabrizio corona è già in marcia verso l’inetto in questione, pronto a farne una star?

  16. ilaria 3 aprile 2008 a 23:17 #

    Luca è stato uno degli amici dei miei trenta anni e non so come sia oggi, ma dieci anni fa era un giovane professionista estremamente capace, serio e in gamba.

  17. mario964 3 aprile 2008 a 23:57 #

    A parte farsi di non si sa bene cosa prima…
    Lo sguardo allucinato e perso nel vuoto la dice lunga.

  18. napoletone 4 aprile 2008 a 02:07 #

    scusa ilaria ma scherzi o cosa? preparato quello? se fosse preparato non avrebbe detto tutta quella contumelia di frescaccie.
    ma dai la figuraccia e’ colossale se fossi telecom invece di chiedere di cancellare i video chiederei di licenziarlo
    se fosse ancora una azienda che vale il nome che ha.
    Ma non accadra’ preparati ilaria perche’ se questi sono i NAPOLETONI
    Il fischio e il botto lo sentirete tra li a poco

  19. Nick 4 aprile 2008 a 05:33 #

    La cosa che mi ha impressionato di più è la enorme quantità di arroganza che sprizza dagli occhi di questo individuo.
    La spocchia, la boria che emana mi ha davvero colpito.

    N.

  20. Zio 4 aprile 2008 a 07:29 #

    No, io però vorrei che Luciani tenesse un altro discorso in cui parla di Alessandro (Magno? Ma sì…). Lo scriviamo? Cioè, lo scriviamo A LUI UN MEIL?

  21. Zio 4 aprile 2008 a 07:41 #

    ‘Luca è stato uno degli amici dei miei trenta anni e non so come sia oggi, ma dieci anni fa era un giovane professionista estremamente capace, serio e in gamba.’
    Cara Ilaria, dici che era capace (capacità e ignoranza in genere non sono troppo compatibili), serio e in gamba, ma se questo Luciani prende 858000 euro l’anno da un’azienda che ha sostanzialmente RUBATO decine di milioni di euro allo stato, e che dall’attivo che aveva alla privatizzazione è passata a 40 miliardi di euro (dico 80000 miliardi di vecchie lire), bene, allora per me è un LADRO e un MAFIOSO.

  22. Zio 4 aprile 2008 a 09:22 #

    40 miliardi di euro di passivo, si intende.

  23. Frankie 4 aprile 2008 a 10:56 #

    Ingredienti:

    – burinità romana
    – spocchia italiota
    – ignoranza storica
    – ignoranza grammaticale
    – cocaina

    Michiate bene il tutto ed avrete il perfetto manager emergente di una delle aziende “più belle al mondo” …

    Che profonda, estrema, tristezza.

  24. Leo Perutz 4 aprile 2008 a 11:24 #

    Luca Luciani? Manager TIM? Davvero?
    Appena ho visto il video in rete ho creduto si trattase di uno spezzone tratto da un qualche film di Rocco Siffredi.
    Roba tipo: “Porche in Carrera” oppure “Training on the blowjob”.
    Scorrevano le immagini e mi dicevo:
    “Accidenti Rocco, come ti hanno doppiato male in italiano. Chissa’ come suonava diversa in lingua originale ‘sta boiata su Napoleone!”.
    Solo dopo ho capito che non era il film che intendevo io.
    Secondo voi ‘sto Luca Luciani, con tutto questo uso e abuso del … , guadagna piu’ di Siffredi?
    Non lo troverei giusto. Siffredi parla meno e meglio.

  25. manuel 4 aprile 2008 a 11:49 #

    Luca luciani…….sei solo una miserabile merdaccia

  26. Zio 4 aprile 2008 a 13:03 #

    Ha segnato Napoletone al trentaduesimo del primo tempo. Purtroppo siamo qui a ridere perché siamo deboli, divisi e ignoranti. Invece di cacciarli a calci in culo dal palazzo dove hanno messo radici (Tronchetti è solo un esempio di gente che in Italia ha trovato l’America) ci consoliamo che un manager è più ignorante di noi. In realtà quel manager ignorante, quando torna a casa, ride lui di noi. E continuerà all’infinito se nessuno lo rimette al suo posto e se la gente non si riprende ciò che le appartiene.

  27. Michelangelo 4 aprile 2008 a 15:14 #

    Pietoso e imbarazzante.
    Un miserrimo e malriuscito tentativo motivazionale (peraltro con uno stile superato da secoli) di bassissimo livello.

    Che credibilità può avere uno, come tu stesso scrivi “sgrammaticato, superficiale ed ignorante”?

    …e che peraltro ha il coraggio di sostenere che Telecom è una delle aziende più belle al mondo!

    Mah…braccia tolte all’agricoltura….

  28. iosmetto 4 aprile 2008 a 15:42 #

    Scusate, ma onestamente la “faccia da senso critico” io me la terrei stretta.

  29. marco 4 aprile 2008 a 15:58 #

    chi avrà messo questa gente a scrivere queste cattiverie? pensiamoci…..

  30. giono 4 aprile 2008 a 16:07 #

    antonde….vai pure te a waterloo allora.

  31. Tic 4 aprile 2008 a 16:19 #

    Sentendo parlare questo povero infelice ho capito il senso dell’espressione “declino del (nostro) Paese”: che a me è sempre parsa un tantino prêt-à-porter, oltre che decisamente menagrama.
    Luca Luciani (anzi, il manager Luca Luciani) dimostra invece che ci siamo proprio.
    E’ tutto vero: cinesi e indiani ci si inculeranno senza sputo, sentite a me!

    P.S.
    E io, intanto, grazie a Luca Luciani, passerò a Vodafone.

  32. bazooka 4 aprile 2008 a 16:31 #

    TELECOM e società limitrofe (SEAT, TIM etc..) sono ricettacoli di raccomandati e di ignoranti . Perchè stupirsi ? Una volta entrati nel giro che conta, i risultati diventano superflui . Benefit, megastipendi e soprattutto “licenza di DANNEGGIARE ed esser inefficenti”

  33. Mauro 4 aprile 2008 a 16:49 #

    Mi ricorda un po’ il discorso ru Romolo e REMOLO!!!
    Si vede che la funzione del Manager oggi è questa!
    Certo che la Telecom (domestic mobile services) non può che andare a scatafascio se è diretta da questa faccia da juppy rampante con lo sguardo allucinato e la mente ottenebrata. Sembra fatto di coca …che indubbiamente aiuta a sparare cazzate spacciandole per la cultura che non c’è… ma il Consiglio di Amministrazione che fa?
    Comunque pensare a quanti soldi prende questo individuo per fare queste belle figure mi sembra un insulto a tanta gente in gamba e capace che c’è ancora in Italia e che si arrabatta per arrivare a fine mese. 😦

  34. roberto 4 aprile 2008 a 17:13 #

    napoleone preferiva generali fortunati piuttosto che bravi………

    il manager non e’ bravo e nemmeno preparato……..ma chi lo ha “scelto” per un incarico cosi’ importante ?
    Fatemi conoscere i “cacciatori di teste” che lo hanno selezionato.

    Lo vedo bene ad allenare il “Borgorosso football club”,i danni economici sarebbero piu’ contenuti.

  35. Marco TL 4 aprile 2008 a 17:14 #

    …e vabbè, avrà confuso Napoleone con De Napoli che, in Belgio, affondò il nemico con un tiro dal limite! Del resto non è un paragone calcistico quello che fa lui?!?

  36. franco 4 aprile 2008 a 18:56 #

    non era neanche austerlitz perchè parla di una pianura in belgio.. e di 5 eserciti è evidente che il riferimento era a waterloo….tra l’altro cosa vuol dire vedo un clima di sfiducia …un’aria da aspettativa che è esattamente il contrario del clima di sfiducia

  37. oby 4 aprile 2008 a 19:02 #

    A mio parere, condedendo pure che una gaff clamorosa la si possa perdonare anche al piu illustre degli scienziati, è però assolutamente imperdonabile e denota una professionalià pari a zero la sua mancanza di grammatica, la assoluta non conoscenza della lingua italiana, l’arroganza e il senso di potere che pavoneggia ad ogni passo, la VOLGARITA’. Lavoro a Londra in una banca d’investimento, che sicuramente è più grande del gruppo Telecom, e con i manager inglesi qua ci puoi anche andare a bere il caffè nel weekend. Questo ovviamente oltre al fatto che sanno che Napoleone non vinse ma perse a Waterloo. Che dire, Povera Italia.

  38. franco 4 aprile 2008 a 19:06 #

    per me ha sentito la risposta sbagliata ad un quiz televisivo magari mentre si radeva e l’ha presa per buona….andate a cercare nella pattumiera televisiva e troverete la domanda “chi vinse a waterloo i francesi comandati da Napoleone o il resto del mondo?”…ovvio che il Nostro con la faccia incazzata avrà creduto alla risposta Napoleone dato che vinceva sempre…..tra l’altro con quell’aria di sfiducia che respira….sapete…adesso è cool dire “tirare…. una certa aria”….di sfiducia….

  39. cicchetto 4 aprile 2008 a 20:24 #

    Si, concordo. Un bel discorso, fondato su un’azzeccata analogia. Un po’ come dire: “Creiamo una solida democrazia, come fece Pol Pot!”

  40. enzo1970 4 aprile 2008 a 21:21 #

    ragazzi
    penso che stiamo un po’ esagerando.
    Sicuramente l’uscita è stata infelice ma la vicenda Telecom andrebbe affrontata seriamente mettendo sul banco degli imputati chi ha fatto e lasciato fare l’OPA, chi ha poi seguitato rubando il patrimonio dell’azienda.
    Un’azienda florida, fonte di occupazione e sviluppo internazionale, è diventata un operatore locale invischiato nei suoi debiti e tremendamente in difficoltà, mezzo venduto agli stranieri, investimenti quasi azzerati, imprese cha hanno chiuso, migliaia di persone che hanno perso il lavoro.
    Se parliamo di Telecom, lasciamo perdere la facile ironia e utilizziamo il blog per dire le cose serie.

  41. Pu/pp/A 4 aprile 2008 a 22:36 #

    Fatelo Santo subito.. o presidente del consiglio dei ministri (tanto ora come ora andrebbe bene anche lui).

  42. Zio 5 aprile 2008 a 01:49 #

    Enzo 1970: ma perché, secondo te tra la crisi Telecom e il ruolo che occupano questi personaggi non esiste un nesso?

  43. livepaola 5 aprile 2008 a 07:25 #

    Intanto ieri Berlusconi, in un comizio, ha usato l’espressione “folgorato come San Pietro sulla via di Damasco.”

  44. successo 5 aprile 2008 a 09:49 #

    Questo qui dovrebbe frequentare un corso di comunicazione XDXDXD e andare un po a scuola!!

    http://www.autostima.net/shopping/prodotto.php?id_prodotto=26&pp=40347

  45. Alessandra 5 aprile 2008 a 09:55 #

    Qui a Venezia quelli come Luciani li chiamiamo in un altro modo:

    MONAGER

  46. Ariacielo 5 aprile 2008 a 11:48 #

    La struttura retorica e la enfasi sono note ed efficaci (il classico discorso alla truppo prima della battaglia, non serve neanche aver letto Livio o Shakespeare, basta Breaveheart). Sono anche ‘recitate’ discretamente.

    Ma che credibilita’ puo’ avere un discorso che si basa su premesse cosi’ clamorosamente errate?

    Senza contare la sintassi e i ‘cazzi’ vari che piu’ che informale fanno ragazzino. Spessore piccolo piccolo…

  47. antonde 5 aprile 2008 a 12:01 #

    E chi l’avrebbe detto che un misero blog di un ciabattaro come me potesse attirare più di 7000 visitatori in un giorno ed entrare nella hall of fame di wordpress.com italy .
    Ho letto tutti i vostri commenti , ma mi spiace , questo non è un blog di opinione , ma un corporate blog.
    Questo non toglie che i commenti mi facciano immensamente piacere. Ho scelto apposta un blog per la presenza in rete della nostra azienda , piuttosto che una vetrina in flash con i prodotti che girano a ritmo di musica !!!
    Solo che qui non voglio espormi più di tanto ; il posto dove mi espongo personalmente , ovviamente accettando ogni tipo di critica , anche quella più feroce . è il mio blog personale.
    Anche se a volte i post sono frivoli e non attinenti al nostro business , questo spazio è stato creato per portare la voce della nostra azienda e , soprattutto per ascoltare quella dei nostri clienti
    Grazie a tutti comunque. 🙂

  48. elleerre 5 aprile 2008 a 13:09 #

    Intanto i ricercatori nelle università stentano a farsi rinnovare contratti da 800/900 euro e pensano di fuggire all’estero. Noi ci teniamo questi : amici di amici di amici.
    Non pensiate che questo sia un’eccezione. E’ forse una punta di un iceberg che “respira sfidussciaaa che vede aria di aspettativa (!?) che lavora in una delle aziende più belle che esiste, che vede gente che si rimbalza come in un film, che vede aria critica come chi vede una partita di pallone e si sentono tutti professori”.

    C’era un tizio che tempo fa che faceva il Presidente del Consiglio (e forse , giustamente, lo rifarà) che ha riscritto la storia di Roma attribuendone la paternità a Romolo e Remolo. Fu visto come un simpatico gaffeur. Poi anndò al G8 a sghignazzare mentre inermi venivano massacrati nelle scuole adiacenti con tanto di molotov portate ad hoc dalle forze dell’ordine. Una volta dette del kapò ad un illustre e degnissimo eurodeputato tedesco come stesse facendo una battuta al bar (peccato che si trovava al parlamento europeo e lui rivestiva al momento la carica di presidente). Poi ad una precaria in TV disse che la sua unica speranza di farsi una famiglia era sposarsi suo figlio o una altrettanto ricco. Ma lo disse così…. simpaticamente… tanto per dire….

    Allora perché dovremmo stupirci di questa classe manageriale ? Ormai individui del genere sono ovunque. Rubano ciò che è rimasto da rubare, ai danni dei lavoratori veri, quelli che magari hanno due lauree (vere) e fanno gli impiegati (senza speranze di carriera perché non conoscono “nessuno” ) nelle aziende dirette da questi individui.

    E’ l’Italia di oggi, ormai conclamata e riconosciuta nel mondo.

    Giusto e coerente che Telecom Italia rinnovi la fiducia. Anzi… la fidussciaa

  49. luca 5 aprile 2008 a 13:18 #

    il video è stato postato su facebook in un gruppo dedicato alla vittoria di NapoleTone a Waterloo.

  50. fabio annovazzi 5 aprile 2008 a 13:19 #

    No vedo Luca da anni ma vi assicuro che è estremamente bravo. Peraltro basta fare due query su google per farsi una idea.

    L’imbarazzo e la cosa vergognosa non è che Luca abbia preso Waterloo per Austerlitz. Questo non ha nessuna importanza. Si chiama “lapsus” e non vuol dire assolutamente nulla. Lo facciamo tutti. È assolutamente disonesto giudicare una persona sulla base del fatto che ha fatto un lapsus. Quanti dei signori che si sono permessi di giudicarlo sapevano che gli eserciti contro i quali Napoleone ha combattuto a Austerlitz erano 5? Io non ne avevo idea.

    L’imbarazzo è il fatto che centinaia di idioti hanno cominciato a criticare e a scrivere montagne di imbecillagini semplicemente perchè una persona estremamente intelligente e capace ha avuto un lapsus.

    In un paese normale sarebbe stata una roba simpatica, da ridere, ma nessuno si sarebbe permesso di giudicare la persona. In un paese – evidentemente – pieno di idioti invidiosi, la cosa è arrivata sulla prima pagina di Repubblica. Ci poteva stare, sulla prima pagina di Repubblica, ma sono come una roba da ridercsi su.

    Ebbene si, se non lo sapevate, i top manager delle grandi aziende, non solo in Italia guadagnano tanti soldini. E non sono giudicati sulla loro conoscenza della storia, ma sulla loro capacità di creare valore.

    Terzo osservazione, le critiche di coloro che dicono che nel discorso c’erano troppi “cazzi”. Andiamo ragazzi, anche la Rai ha accettato il fatto che il linguaggio italiano è, di fatto, pieno di cazzi. Li usiamo come virgole. Allora?

  51. bonaparte 5 aprile 2008 a 13:45 #

    Libero lui di dire tutte le minchiate che gli passano per la testa, liberi gli altri di sputtanarlo. Nessuno è immune dalle critiche, neanche i figli di papà. Forse non ve ne siete accorti, ma nelle società moderne funziona così.

  52. Orazio Nelson 5 aprile 2008 a 14:26 #

    APPELLO A BERNABè APPELLO A BERNABè APPELLO A BERNABè APPELLO A BERNABè
    amministratore delegato di Telecom, che in un intervista parla di meritocrazia CACCI VIA QUESTO IGNORANTE pagato 850.000 euri l’anno!!!
    ecco perchè ALITALIA telecom ….. stanno o saranno nella M…a

  53. brando 5 aprile 2008 a 14:46 #

    ecco gli italiani pronti a giudicare……..ma prima di parlare lavatevi la bocca ,se non conoscete le persone,questa e l’italia mette in croce una persona per un errore…ma invece di parlare prima conoscete di cose le persone ciò che ha fatto questo ragazzo nella sua carriera manco voi in 20 vite lo fate ha lanciato aziende che ora voi pagate per avere la loro merce dunque ogni tanto nn giudicate

  54. Alessandro Magno 5 aprile 2008 a 14:47 #

    Fabio, infatti, ad Austerlitz, i francesi hanno affrontato DUE eserciti avversari, non CINQUE.

  55. fabio annovazzi 5 aprile 2008 a 16:17 #

    Infatti. La battaglia “giusta” è quella di Lipsia, apparentemente ;).

    Ma non cambia la sostanza. Non si può giudicare una persona da una gaffe.

  56. ale 5 aprile 2008 a 16:39 #

    Il problema putroppo non è se napoleone abbia vinto o meno a waterloo.
    Putroppo il problema risiede nella dirigenza telecom, piena di persone arroganti, poco titolate, aggressive e incapaci… queste rimarranno parole all’aria, ma tra 5 anni sarà il mercato a darmi ragione, 5 anni fa vodafone non era nulla in confronto a telecom italia, e ora? ora ha quasi raggiunto il colosso italiano, e fidatevi tra 5 anni lo fara’ scomparire completamente…
    naturalmente anche grazie al signor luca luciani, che piu’ che un manager di alto livelllo mi ricorda molto di piu’ il protagonista di american pshyco.
    purtroppo la politica interna telecom non investe nelle persone che hanno studiato e che hanno una profonda e specifica cultura… e questo è il risultato, e finalmente per una volta se ne è accorta anche l’ italia!

  57. bebo 5 aprile 2008 a 17:31 #

    Non ci sono scuse, il personaggio in questione deve essere messo alla porta, non si parla in questa maniera, specie se sei al vertice, le regole comportamentali sono universali.

  58. guido 5 aprile 2008 a 18:11 #

    Giusto ieri parlavo con il call center Vodafone e meditavo di passare a Telecom per problemi tecnici poi oggi ho scoperto casualmente questo meraviglioso video del professor Luciani. Ma dove l’hanno trovato? Ma chi è? Lo voglio nella mia azienda a motivare il personale…. poi però ho pensato è meglio che lui rimanga in Telecom ed io in Vodafone, almeno continua a fare danni in una sola azienda… ed io non gli pagherò quel “miserabile” stipendio..
    Ma dovevi prendere proprio NAPOLETONE??? scegli qualcun altro, che so Zio Paperone, Gastone, Pippo o Topolino… facevi più bella figura.
    Fossi in te farei un video di scuse a tutti gli utenti Telecom e Tim (quindi tutti gli italiani che hanno un telefono a casa) e lo metterei su youtube; è l’unica occasione che hai di recuperare. CIALTRONE

  59. Best 5 aprile 2008 a 19:11 #

    Purtroppo di manager che sparano idiozie del genere, e che guadagnano un’esagerazione nelle aziende italiane quotate in borsa ce ne sono parecchi…. lo dico per esperienza diretta…

    e poi non si capisce perchè le cose in Italia vanno male….

  60. RICCARDO 5 aprile 2008 a 22:11 #

    ISuper-manager Telecom Luca Luciani, il cui video potrete ammirare nel link, è il prototipo della classa dirigente italiana. Fulgido esempio di intelligenza forgiata nella fucina del sapere universitario, il nostro eroe suscita la nostra deferente ammirazione per la passione con la quale, appassionato e dolente al contempo, arringa una folla di mini-manager demotivati. Vero animale da palcoscenico, egli brandisce sagacemente tutte le armi del grande comunicatore: padronanza della lingua, parabole calcistico-evangeliche da far aggrovigliare Cristo nella Sindone, sguardo vivido e penetrante, capello e abbronzatura fedelmente tratti dal libro degli archetipi. Il Nostro, pur folgorato dalla stessa mistica ispirazione che pone il telepredicatore al cospetto della Suprema Verità, fende inaspettatamente l’aria con un misurato turpiloquio che, lungi dal renderlo volgare, lo ridisegna tuttavia più umano, più vero. Ma ecco che, lucidamente consapevole che un Grande Condottiero per essere tale deve apprendere da chi, prima di lui e più di lui, è stato grande nel disegno della Storia, sprigiona all’improvviso con geniale tempismo la potenza risolutiva della citazione. Sorvola su Alessadro Magno con la scaltrezza di chi ne conosce le gesta a menadito (come vorrei essere stato presente alla precedente convention in cui lo citò ….) e punta deciso su Napoleone. Egli sa che la grandezza del Condottiero chiamato in causa darà una svolta decisiva alla sua arringa: i pavidi lo seguiranno, gli assonnati si desteranno, gli scettici si convinceranno. Colpisce con risolutezza, con assoluto rigore storico. L’impatto è devastante. le immagini non ci rendono purtroppo l’effetto sortito in platea, ma possiamo immaginarlo ……. La forza sprigionata, la sferzata impressa è talmente potente che persino il nostro Condottiero ne esce spossato. La luce nei suoi occhi si affievolisce, Il suo parlare si fa infine stentato, la lingua inciampa e lo tradisce: Napoleone diventa Napoletone, ma ormai è fatta, anzi ormai l’hai detta …….. ‘STA STRONZATA MOSTRUOSAAAAA !!!!!!

  61. Massimiliano 6 aprile 2008 a 02:14 #

    Fossi stato in lui avrei concluso diversamente..

    “Come disse Napoleone a Waterloo: SIAMO UNA SQUADRA FORTISSIMI!”

    Ragazzi come siamo messi male.. 😀

  62. lucia 6 aprile 2008 a 09:16 #

    Perchè il sig Bernabè non è intervenuto gentilmente a correggere questo poveruomo che oltre a non conoscere la storia e la sintassi,riempie i suoi discorsi di “cazzi” e guadagna cifre da capogiro?.
    E i suoii figli che insegnamento traggono da questo genitore?.Penseranno che per emergere non serve conoscere almeno la lingua italiana ,ma saper dire una valanga di parolacce. Che almeno i discorsi se li faccia scrivere da che sa!

  63. ale1980italy 6 aprile 2008 a 10:02 #

    Ragazzi! Ma questo e’ un Pazzo Completo !
    Che Vergogna!~!

  64. Popi Perla 6 aprile 2008 a 11:00 #

    Un manager dovrebbe assumersi la responsbiità di decidere per l’interesse di molti suoi collaboratori, o più genericamente per l’interesse di un’azienda. Ma se personaggi di totale incompetenza salgono sul palcoscenico e possono permettersi di fare figure di merda di questa portata è perché c’è una platea di leccaculo di fronte a loro, fatta di persone dello stesso tipo, o palloni gonfiati o semplicemente curatori solo del proprio interesse. Money, ovviamente. Di sicuro il futuro di Telecom Italia non sta a cuore a questo insulso personaggio, una macchietta come il dittatore della repubblica di Bananas.

  65. G 6 aprile 2008 a 11:56 #

    Chi non è ignorante in qualche cosa o non non ha mai fatto una gaffe alzi la mano!!! Sapete qual è la verità? La verità è che siete una cozzaglia di patetici sfigati, pronti a lapidare il malcapitato di turno per dare sfogo alle vostre frustrazioni. Complimenti…professori d’Italia. E non venitemi a raccontare la cazzata che certe cose si devono sapere. Chi stabilisce cosa? Voi? Ahahah MAVADAVIAICIAPP.
    Platone diceva che è indegno di essere considerato uomo chi non sa che la diagonale del quadrato non è commensurabile con il suo lato. Quanti di voi, secondo Platone, possono dirsi uomini?
    Non è questa una difesa a Luciani, del quale peraltro non me ne potrebbe fregare di meno ma una reazione alla vostra vomitevole cattiveria. CAZZO! ma che uomini di merda!
    PS Io non sono un Top Manager…ergo non è nemmeno una difesa alla categoria…

  66. luca 6 aprile 2008 a 12:27 #

    ragazzi iscrivetevi!

    http://www.facebook.com/group.php?gid=24434952544

  67. Hybris 6 aprile 2008 a 13:29 #

    Bravo RICCARDO: ottima piéce… e che ci siano stati molti commenti centrati – tolti i soliti “utili idioti” come annovazzi e brando, per fortuna pochi e che si sono autoqualificati subito – fa sperare ancora bene sulle sorti del nostro paese.

  68. alonso 6 aprile 2008 a 14:31 #

    non ho parole: solo… un grandissimo co@li0ne!!!

  69. Andrea 6 aprile 2008 a 14:54 #

    Cari Amici,
    la mia sensazione è che siamo di fronte al tipico esempio di “Burrattino Prepotente e Manipolabile”. Il tipo oscuro qui, è perfetto per il suo ruolo, viene addestrato ad arte dalle alte sfere e usa il suo potere e la sua atavica repressione per mantenere il livello di tensione altissimo tra i dipendenti…probabilmente neanche lui sa quelli che sono gli obbiettivi, è solo stato convinto che la tensione deve essere mantenuta alta ai fini dei risultati…..continuiamo cosi, facciamoci del male.

  70. DANX XXX 6 aprile 2008 a 15:06 #

    Nel 1990 a 23 anni lavorava..http://www.forbes.com/finance/mktguideapps/personinfo/FromPersonIdPersonTearsheet.jhtml?passedPersonId=913824
    I motivatori a me fanno dormire o piangere.
    Il peggiore è Ennio Doris con le musiche e le fandonie per farli credere immortali…immortali perchè lavorano come tutti? MAH
    Forse dietro c’è qualcosa, quel qualcosa è che vendono CAZZATE!!!!!!!!!!!!!E questi incontri servono per DARE UN SENSO alla loro vita INUTILE!!!!!!!!
    Non vorrei dire una cazzata, ma anche se fosse chissene…: grazie alle privatizzazioni e al fiorire di nuove aziende che forniscono gli stessi servizi abbiamo un sacco di manager miliardari e un sacco di precari che mangiano dai cassonetti della spazzatura!
    E l’informazione è comandata da sti porci che finanziano i giornali entrando nella società o con gli inserti pubblicitari.
    V2DAY!!!!!!!

  71. marietto burlasca 6 aprile 2008 a 15:13 #

    La cosa veramente triste e che loro pensano di motivare un poro cristo che prende 1000 € al mese co ste cazzate, e probabilmente loro pensano di meritarsi lo stipendio per queste stronzate quà.

  72. Fabiocci 6 aprile 2008 a 15:33 #

    Caro Fabio Annovazzi,

    E’ triste vedere come un Top Manager che come dici tu, viene retribuito con un compenso tanto alto (evitiamo inutili polemiche, tutti d’accordo che siano troppi), faccia simili figure.
    Ancor più triste è vedere persone che lo difendono minimizzando una simile prova d’ignoranza. La verità è che siamo stanchi di vedere la nostra economia affidata a simili ignoranti, spocchiosi e patetici personaggi.

    Ps: A Waterloo, in Belgio, napoleone affrontò una coalizione di sette grandi nazioni. A Lipsia, in Sassonia ancora sette. Ad Austerlitz due. Quindi no, nemmeno io sapevo delle cinque nazioni. Forse perchè non ha mai affrontato cinque nazioni. E basta con questi “cazzo” di intercalare. In certi contesti sono solo inutili volgarità

  73. lesnek 6 aprile 2008 a 17:10 #

    è assurdo un responsabile di un grande azienda che neanche conosce i dettagli della storia a livello di scuola media…

    è vero siamo in italia, e non vanno avanti chi se lo merita!!!!!!!!!!!!!! ma solo amici di ….., figli di…. nipoti di…. etc

  74. xivius 6 aprile 2008 a 17:43 #

    non c’è che dire, ignoranza gratuita in questo video, ma non si può giudicare una persona solo da una simile figuraccia.

  75. MORENO 6 aprile 2008 a 19:28 #

    Arrogante,sfigato,convinto,inutile!!!
    Purtroppo non ci rendiamo neppure conto,di quanti esseri cosi inutili e vomitevoli è piena questa italietta.

  76. giuseppe noto 6 aprile 2008 a 20:18 #

    ecco la creazione di valore di Tronchetti Provera: fare dei Luciani tanti dirigenti è come l’opera degli alchimisti, trasformare il piombo in oro!

  77. Italian 7 aprile 2008 a 00:18 #

    Sono un italiano all’estero e sinceramente sono sconcertato. Non tanto per la gaffe (non è accettabile a questi livelli ma può capitare) quanto per la finestra che ha aperto sulla vita aziendale di una delle imprese italiane più importanti. Ma come è possibile che una persona con un atteggiamento così superficiale, volgare e artificiale possa essere manager?
    Se fossi stato in quella sala mi sarei vergognato di essere un dipendente Telecom, trattato in quel modo da questi “capitani d’ impresa”. Lo stipendio poi è un’aggravante: c’è del marcio se persone così arrivano ai vertici del capitalismo italiano.

  78. daltan 7 aprile 2008 a 03:05 #

    Laciando perdere l’errore ( non è una gaffe è un errore e son due cose diverse) sulla disfatta napoleonica a Waterloo, la cosa che lascia scioccati è il fatto che per questo pitecantropo in doppiopetto la grammatica , la sintassi e la logica stessa del discorso siano concetti di un altro pianeta.Consiglierei ai suoi amichetti di non scrivere post di difesa, rendete ancora piu’ pietosa la cosa.Questo personaggio ha fatto scalpore perche’ è diventato un emblema della demeritocrazia, dell’ignoranza e dell’insulsaggine che regnano incontrastate in Italia ed è sacrosanto che queste cose , quando raramente vengono alla luce, destino scandalo e anche sconforto in tutti noi

  79. Uno normale 7 aprile 2008 a 04:54 #

    C’è del marcio? Capisco che sei all’estero ma hai ancora bisogno di conferme? Direi che è assolutamente evidente che l’italia (volutamente minuscola) è diventata la repubblica di Bananas. La corruzione è ad ogni livello da anni e, ovviamente, ha generato sfiducia, disservizio, torti, voglia di non sapere per riuscire a ‘campare’. L’illetterato in oggetto ( e non mi venagano a dire che un tempo era bravo e preparato perchè non ci si dimentica come parlare ) è solo l’ultimo esempio di come vengano gestite tutte la aziende che producano un reddito appetibile: depredate! Gli esempi sono numerosi: Olivetti, Parmalat, Alitalia… Luciani è uno dei pesci piccoli al seguito degli squali che stanno spolpando Telecom.
    Emigrate, gente, emigrate….

  80. Carlo 7 aprile 2008 a 08:46 #

    Grazie Luca Luciani.

    Grazie a te oggi sono più fiducioso sul fatto che un giorno potrò arrivare a guadagnare un sacco di soldi…

    Basterà mettermi una bella maschera pirandelliana fatta di:
    – spocchia
    – ignoranza
    – manie di protagonismo
    – egocentrismo
    – fighettismo
    – gel
    – accento tendente al milanese business-oriented
    – stronzaggine
    – sguardo da cocainomane (anche se magari non pippo nemmeno ma fa molto cool…)

    In fondo si tratta di recitare.
    Sì, ne più ne meno: fare gli attori… E non sono tanti quelli bravi, si sa.

    Magari uscito dal mio luogo di lavoro, quando mi ritrovo a cena con la mia donna e i miei bambini, divento una persona dolce e simpatica e riesco anche a pulirmi la coscienza per aver indossato quella stupida maschera per le 8/10 ore giornaliere.

    Questa è la più grande amarezza: avresti tutta la mia stima e ammirazione se ci trovassimo a cavallo tra gli anni ’80 e ’90… Voglio dire se non fossimo nell’era di internet…: il più grande strumento democratico del pianeta, la più grande invenzione del millennio, ti ha praticamente distrutto.

    E’ per questo che non me la sento di farti i complimenti.
    Per questo non mi passerà per la testa un solo secondo che tu abbia recitato bene.
    Per questo non avrò dubbi sullo sputtanarti in qualsiasi occasione della mia vita.
    Per questo Internet è grande.

    Per questo il mondo sta cambiando e i coglioni come te saranno spazzati via dalla Rivoluzione Digitale.

    Altro che Waterloo.

    AD MAIORA

  81. carlo 7 aprile 2008 a 14:28 #

    Ho letto che il tipo è laureato con lode alla luiss, non c’è da stupirsi! Il direttore generale della Luiss è quello che, come manager di alto livello (rai, enel, e non so che altro), ha riempito di tipi del genere le aziende “ex” pubbliche mandando via più “zavorra” che poteva, salvo pentirsene adesso.
    Personalmente più che l’ignoranza mi da fastidio l’arroganza, la boria, la supeficialità, il pressapochismo di personaggi di tale schiatta. Tanto se ne fregano, un anno del loro stipendio vale una vita degli stipendi dei loro dipendenti.
    salute.

  82. mario 7 aprile 2008 a 22:22 #

    E’ un discorso banale e penoso. Come si fa ad essere motivti da un volgare ingnorante come questo qua… Ma dai…

  83. alessandro 8 aprile 2008 a 09:01 #

    “creare valore” significa arringare le torme di venditori con aneddoti elementari spiegati così?
    è per questo che il signor luciani viene pagato?
    credo che non ci sia bisogno della sua figura in seno a nessuna azienda. e poi, w i vecchi! gli uomini di 70 anni -salvo quelli che vogliono somigliare ai giovani- hanno studiato veramente e NON alla luiss. uno così, di 40 anni, che a 23 lavorava già in una megamultinazionale e sicuramente NON come fattorino, mi fa venire solo in mente una cosa, e non è una cosa buona. incompetenza.

  84. rikki 8 aprile 2008 a 10:43 #

    e invece è anche tutto sbagliato, perché non si dice:
    “correte di più , stringete i denti , prova di carattere. E allora dagli spalti vi applaudiranno perché voi andrete e segnerete”
    si dice “corriamo di più, stringiamo i denti ……noi andremo e segneremo”
    “noi”, non “voi.”
    armiamoci e partiamo, non armiamoci e partite.

    scuola di comunicazione: prima elementare.

  85. robbaus 8 aprile 2008 a 11:42 #

    Basta ragazzi! Andiamoci piano! In fondo ha solo commesso un “piccolo” errore(oltre a tutta una serie di altri “piccoli” errori )e poi telecom è un’azienda sana florida e trasparente,è lo specchio della buona salute di cui gode l’Italia?E se telecom è una corazzata, anzi LA corazzata dell’industria italiana, questo lo si deve anche a top-manager in-gambissima e
    sim-paticissimi come lui.
    E poi, se dovesse scendere in campo anche lui,
    “io lo voterei più presto di subito, che a me mi piace di farmi rappresentare da un fighetto così,
    che mi faccia i discorsi cazzuti dove che dice sempre cazzo oggni 3massimo4 parole per votarlo di più,e che mi dica che l’itaglia senza di lui non e gnente,e di cui lui sia sempre il meglio di ogni, e che mi parli sempre di queste grandi guerre mondiali di uaterlò, che io, come lui, sono un grande apasionato di storia , che m’interesso molto tipo di elisa di rivombrosa e di tuti i grandi personaggi storici che anno fatto la storia”

    luca luciani presidente della repppubbbblica subbbito!

    P.s.: Napoleone nn l’ha presa molto bene…dopo essersi rivoltato nella tomba, ne è uscito e lo stà cercando per prenderlo a calci nel culo.

  86. Giuseppe Verardi 8 aprile 2008 a 14:48 #

    Sarà perché sono un po’ bastian contrario, sarà perché ho letto uno scritto condivisibile del caro Fabio Annovazzi (che spero si ricordi ancora di me:-), ma sinceramente tutto questo livore e tanta facile ironia mi sembrano quanto meno degno di miglior causa.
    La mia opinione è che il discorso del signore di Telecom sia invero un po’ grossolano (anche volendo trascurare lo strafalcione storico), ma non si trattava di una lectio ex cathedra sulla comunicazione o sulla motivazione.
    Se poi da un discorso discutibile, un po’ troppo infarcito di cacofonici “cazzo” e con qualche non trascurabile cedimento sintattico si sia autorizzati a trarre conclusioni cosi definitive sulla qualità dell’uomo, beh, scusatemi ma questo mi sa tanto di giudizio sommario da masanielli o capipopolo de noantri.
    Una domanda. Non ho visto il video per intero, ma chiederei a chi ne ha conzione, se alla fine dell’intervento vi sono stati applausi, perché, se così fosse, non mi stupirei di trovare, in questo o in altri blog, che quelle stesse mani, ieri plaudenti, oggi impugnano lo spadone della critica militante.

  87. Manzoni 8 aprile 2008 a 16:35 #

    Ah Giuseppe Verardi, te lo dico come farebbe Luca Luciani: ma vedi d’annà a fan****!!!!
    Anzi io ho messo gli asterischi, lui non lo avrebbe fatto.

    Sei incredibile tu e tutti gli avvocati difensori del ciuccio. Perchè voialtri siete così strabiliati che si tirino pomodori e frutta marcia ad un tipo che dice castronerie con piglio
    tronfio, aggressivo ed autoritario (senza autorevolezza)?
    Parli di facile ironia, a renderla facile è quello che ha detto il top-manager e soprattutto COME lo ha detto.
    Noi non abbiamo fatto nulla di più che trarre le conclusioni che trai tu quando senti una emerita scemenza. Qualche esempio per chiarire ancora di più:

    – Luigi (uno qualunque) dice : “2+2 fa 5″. Luigi è un somaro che non sa fare i conti.

    – Luigi dice:”Voi scemi non sapete che 2+2 fa 5″. Luigi è un somaro presuntuoso.

    – Luigi dice :” Voi scemi non sapete che 2+2 fa 5 e vojo che ve lo mettete in quella c****o di testaccia!”. Luigi è un somaro presuntuoso e prepotente e se qualcuno lo prendesse a calci non verserei una sola lacrima.

    Hai/avete capito adesso? Con questi esempi per sub-normali siete riusciti a cogliere il senso globale dei commenti di questo blog? Spero di essermi fatto capire anche dai laureati della Luiss.

  88. roberto 8 aprile 2008 a 16:53 #

    sono daccordo con sil sig. giuseppe verardi è l’unica cosa sensata che ho letto

  89. giovanni bonora 8 aprile 2008 a 18:41 #

    :)))))
    Ma perchè, è pure laureato quello? Ma se parla come un benzinaio incavolato per un derby andato male!
    X)))))

    Uè, con tutto il rispetto per la categoria dei benzinai eh!
    Ad ognuno il suo lavoro. Che lavoro faccia Luciani non lo sò però non dovrebbe parlare in pubblico perchè è un po’ volgarotto e se è laureato non si capisce certo dal suo eloquio forbito :))

  90. Giuseppe Verardi 8 aprile 2008 a 21:59 #

    Manzoni, prima di mandare a quel paese la gente, leggi gli interventi e magari prova a capirli.
    Per me i pomodori al tipo si possono pure tirare e, come ho scritto, il suo discorso è più che criticabile.
    Non l’ho difeso, ma ho solo sostenuto che, probabilmente, quel discorso non consente di trarre conclusioni definitive sul personaggio.
    In altre parole, mi sono schierato contro il giudizio sommario che, invece, mi pare che a te e alla tua cultura piaccia tanto.
    A proposito di cultura, spero che Manzoni sia il tuo vero cognome, altrimenti faresti meglio a cambiare nick (ti suggerisco “Tronista”, “Grande Fratello” o “Costantino”), considerato peraltro che ti mancano le palle per firmarti, e quelle non si trapiantano.

  91. Paolo Manzoni 9 aprile 2008 a 10:12 #

    Per Giuseppe Berardi.

    Hai ragione, adesso mi sono firmato per esteso. Hai anche vinto la gara a chi piscia più lontano, contento?
    Tornando al tema della discussione non cambio di una virgola quello che ho scritto 🙂
    Tu puoi schierarti contro il giudizio sommario, io no perchè quando sbaglio mi becco la lavata di capo, anche dura, e incasso senza avere bisogno di amici che mi difendano… anche se non ho gli “attributi” come te o come Luciani.
    Luciani viene giudicato per quello che ha detto e soprattutto come lo ha detto, fattene una ragione. E se lo dovessi risentire spiegagli che davanti ad una telecamera non ci si comporta come un bulletto da bar dello sport, un eventuale spettatore potrebbe farsi un’idea sbagliata delle sue immense capacità manageriali ed oratorie.

  92. Massimiliano 9 aprile 2008 a 11:44 #

    Ciao Giuseppe Verardi, premesso che non voglio polemizzare con te ma solo dire come la penso. Sono un dipendente Telecom precario. Ho una laurea in ingegneria elettronica, parlo bene in italiano e in inglese, entrambi senza accento. Guadagno 1100 euro al mese (co.pro.) lavorando come amministratore di sistema minimo 9 ore al giorno con reperibilità 7 giorni alla settimana, senza ferie e senza giorni di riposo.
    Non giudico nessuno ignorante o incapace o altro, chiedo a te come dovrei sentirmi dopo aver visto e sentito il video di Luca Luciani? Senza giudicare sommariamente nessuno, ho secondo te il diritto di essere un po’ contrariato? Io penso che sia naturale, almeno per quelli come me, sentirsi offesi dai modi mostrati in quel video. Magari trattassero me a parolacce su un blog quando faccio un minimo sbaglio sul posto di lavoro, magari. Il fatto è che quelli come me non possono permettersi di sbagliare come ha fatto il “mio” dirigente: se sbaglio io il contratto non mi viene rinnovato, se sbaglia lui se la cava con qualche insulto postato su un blog e la vita continua. Bada bene che non è invidia quella che provo, si tratta solo di avvilimento. Chiedo scusa in anticipo se ho usato parole offensive.
    Saluti.

  93. Giuseppe Verardi 9 aprile 2008 a 11:49 #

    Caro Manzoni, guarda che io Luciani non lo conosco e ti confesso che, visto in video, mi fa tutt’altro che simpatia. Se mi capitasse di incontrarlo, cmq, gli riporto il tuo messaggio e gli chiedo se mi presta qualche centinaio di migliaio dei suoi euri per comprarmi la casa.
    Per il resto, son d’accordo con te circa il comportamento davanti ad una telecamera, meno sulla critica sommaria, ma ognuno la pensa come vuole, c’est la vie.
    Se poi Luciani è un grande manager, un genio delle strategie, questo francamente non lo so, né, in tutta onestà, mi interessa più di tanto. Continuo sommessamente a pensare che un “Napoletone vincitore a Waterloo” (magari vincitore morale, magari vincitore a tavolino, o che so io altro) basta e avanza per giudicare comico e grottesco il suo comizio, è un po’ troppo per giudicarlo un mentecatto che ruba lo stipendio.
    I giudizi sommari, caro Manzoni (by the way, il tuo cognome io lo rispetto e non lo storpio, come hai fatto tu col mio), sono sempre pericolosi; per me vale sempre il beneficio del dubbio, del porsi sempre delle domande, del chiedersi sempre cosa succederebbe se, per pura ipotesi, la verità fosse un’altra…

  94. Paolo Manzoni 9 aprile 2008 a 12:54 #

    Mi scuso per aver scritto male il tuo cognome, non l’ho fatto apposta.
    Non sono d’accordo sulla pericolosità dei giudizi sommari, specie quando vengono espressi a parole in un blog. Qua si risponde a parole con parole. Luciani non ha subito alcun danno materiale dalle critiche, feroci o meno, fatte qua. Il danno lo avrebbe subito se fosse stato licenziato. Ma se così fosse successo, e non è successo, non sarebbe certo colpa di chi lo ha giudicato ignorante e volgare ma sarebbe colpa sua che evidentemente avrebbe avuto un comportamento non gradito a chi lo ha assunto. Se ci si espone in pubblico si deve tenere in conto la possibilità di ricevere applausi come quella di critiche, tutte le critiche pure quelle non gradite.

    Sono contento che il video non sia piaciuto neanche a te e da quello che leggo devi essere anche tu uno che lavora per campare.
    Mi scuso anche per essere stato aggressivo con te, mi rendo conto di aver esagerato, mi sono fatto trascinare dalla foga.
    Ma continuo a pensare che il Luciani abbia sbagliato e che si meriti tutti gli insulti miei e degli altri.
    Ciao.

  95. Giuseppe Verardi 9 aprile 2008 a 13:48 #

    Figurati, Paolo 🙂 anche io mi sono lasciato prendere dalla vis polemica.
    Scusami anche tu.
    ciao
    G.

  96. Giuseppe Verardi 9 aprile 2008 a 14:00 #

    Massimiliano,
    che dire, davanti ad una mail come la tua, garbata e civile, non posso che immedesimarmi nel tuo stato d’animo e, francamente, comprendo il tuo avvilimento e la tua sensazione di rabbia.
    Avendo ormai 20 anni di esperienza in un settore in qualche modo °vicino” agli ing elettronici, permettimi di incoraggiarti: hai una laurea “gioiello” nel difficile panorama delle lauree italiane… Credimi, siete più rari dei diamanti… “Appizza” le orecchie come dicono a roma…. vedrai che qualcosa di buono, in Telecom o altrove, verrà fuori.
    In bocca al lupo

  97. Bastiano 9 aprile 2008 a 17:51 #

    Carissimi,
    a parte questa terribile figura di merda veniamo ai lati seri (questo discorso della convention sarebbe serio e di per sè basterebbe da solo ma lasciamolo per un attimo da parte). Io avevo già visto questo Luciani all’ “opera” ben prima di questo video. Durante l’incontro con gli analisti di Telecom per la presentazione dei dati di bilancio (conferenza visibile da tutti e da tutto il mondo su Internet). Ebbene gli analisti bombardarono di domande il “mal capitato” Luciani, pallido in faccia ed evidentemente imbarazzato, che cercava di rispondere per “slogan”, che diceva che “tutto andava bene”, che non sapeva un CAZZO di quello che stava dicendo! SI forse CAZZO è la parola che meglio lo rappresenta. Cazzo, cazzate, cazzone…cazzoni gli azionisti, cazzone il management di Telecom fatto di gente che si veste bene fa due volte alla settimana dal parruchiere ma non sa un CAZZO di quello che sta facendo…

  98. Bastiano 9 aprile 2008 a 17:58 #

    Appello ai dipendenti Telecom: ma perchè invece di applaudirlo alla prossima convention non gli tirate i pomodori??? Se lo fate vengo con voi!

  99. alberto 9 aprile 2008 a 22:25 #

    Grazie Luca,

    mi hai fatto capire che se tu sei arrivato lì io nella vita POSSO AMBIRE A QUALSIASI COSA.
    Io diventerò con un po’ di impegno, ma neanche tanto, il prossimo Presidente della Repubblica Italiana.

  100. enzu 10 aprile 2008 a 00:01 #

    Bravi! Lasciate Telecom. Tanto, questo, fra un anno ve lo trovate in Vodafone. O in Enel. AhHAHAHAHAH.

  101. robbaus 10 aprile 2008 a 13:27 #

    mah…@ tutti i sotenitori di luca luciani…
    di fronte a un top manager che non sappia parlare correttamente nemmeno l’italiano avrei dubbi anche sulle modalità con le quali possa aver conseguito la sua laurea tanto blasonata…mentre non ho nessun dubbio sul perché telecom stia ormai colando a picco…qui si tratta di un top manager che fa discorsi motivazionali “sconcertanti” a prescindere dal fatto che non abbia nemmeno la benchè minima cognizione di ciò di cui stia parlando.
    Ora, per ipotesi, mettiamo che nessuno dei presenti all’assemblea fosse a conoscenza della battaglia di Waterloo,proviamo anche a non considerare la forma penosa da terza media ottenuta per compassione dei professori;
    il contenuto vi sembra tale da poter far scaturire una carica motivazionale tale da far agire di conseguenza in positivo i suoi sottoposti?Questo pensa di essere un leader ma non sarebbe capace nemmeno di vendere pentole, ovviamente con rispetto parlando per i venditori di pentole,e in generale per chi lavora veramente.
    Io(e penso la maggior parte delle persone dotate di buon senso)da dipendente/azionista telecom, vedendo un personaggio di questo tipo,ascoltando un discorso(forma e contenuto)del genere,e sapendo che davanti a me stesse parlando uno dei vertici dell’azienda avrei pensato a 4 parole :
    SI SALVI CHI PUO’!
    Un discorso del genere lo accetterei da un allenatore scazzato della domenica che parla alla sua squadra di dilettanti quattordicenni,ma non da un top manager da 854 mila euro l’anno, e per cosa li prende poi?per sparare queste cazzate e per contribuire a far colare a picco telecom?…ma per carità.
    Se è un top manager, e se ha quello stipendio, è solo per un motivo: NON PUO’ SBAGLIARE!. E se dovesse sbagliare, ci sarebbe una sola soluzione: DIMISSIONI. In un paese normale, lo avrebbero già buttato fuori a calci nel culo perchè il danno d’immagine sarebbe stato incalcolabile,vabbè che in un paese normale ad un ingorante/semianalfabeta di questo calibro non gli avrebbero nemmeno fatto odorare la poltrona di top-manager…ma…siamo in italia. Inoltre è pure giovane, e questo moltiplicherebbe ulteriormente il danno,da un vecchio dirigente mezzo rincoglionito ce lo si potrebbe anche aspettare, ma in questo caso il messaggio intrinseco è che le nuove leve dell’azienda,sono capre ignoranti=l’azienda sarà gestita da bestie ignoranti.
    Tanto vale metterci costantino,o fabrizio corona,tanto farebbero gli stessi discorsi da fighetto spocchioso che non ha idea nemmeno del lavoro che deve svolgere e i risultati sarebbero gli stessi che sta ottenendo il nostro caro luciani,che, al posto di lampadarsi farsi i colpi di sole e pomparsi in palestra, dovrebbe mettersi ad una scrivania e aprire nell’ordine 1)un buon libro di grammatica italiana per imparare a parlare 2)un libro di storia per imparare qualcosa e, organizzandosi un discorso, mettere in pratica quello che ha appreso dal libro di grammatica…aggiungerei anche un terzo punto; che vada a frequentare un’università pubblica,una di quelle dove ti fanno sputare sangue per intenderci, magari apprende le cose la cui non conoscenza sta contribuendo(naturalmente grazie anche alla partecipazione degli altri luminosi top-manager/dirigenti-squali-succhiasangue-succhia-stock-options-e-liquidazione miliardaria)a causare i disastri che stanno facendo affondare telecom…

    Che pena…l’Italia è zeppa di tanti ragazzi laureati ai quali questo idiota non sarebbe degno nemmeno di pulire il culo.
    Che ci siano personaggi come luciani ai vertici aziendali ormai non mi sorprende più, mi fa sempre un certo effetto però vedere che ci siano “comuni mortali” che difendono questi miserabili caproni raccomandati…e che chiedono pure il bis…a questo, ne sono sicuro, non credo mi ci potrò mai abituare…

    saluti

  102. stema71 10 aprile 2008 a 13:39 #

    Ma la smettiamo di crocifiggere un cristiano che ha preso una cantonata? Vi siete mai chiesti i risultati aziendali di questo manager? Vi siete mai chiesti se i bilanci aziendali riconducibili a lui siano diminuiti o aumentati? Personalmente odio la storia e si, sono anche io uno sfigato che guadagna 1200 euro al mese . Non mi scandalizza il sentire tali gaffe, mi scandalizza il fatto che su una gaffe sia costruita una campagna massacratoria di tale portata. Un conto è lo scherzo e lo sfotto’ un conto è la lapidazione mediatica. Meditate gente e prima di scrivere riflettete su una frase di einstein: Solo due cose sono infinite l’universo e la stupidità umana e solo sulla prima ho qualche dubbio………

  103. Alberto Canossa 10 aprile 2008 a 17:26 #

    Per stema71:

    Vedi il problema non è mai stato il fatto che Luciani abbia confuso, per distrazione o impreparazione che sia, Waterloo con altre battaglie vinte o perse da Napoleone o Alessandro Magno o altri. Il problema è di tutti noi “comuni mortali”, te compreso da quello che leggo, che tutti i giorni ci dobbiamo confrontare duramente col mondo del lavoro che da noi ha sempre preteso tanto dandoci sempre tanto poco. Io e te siamo quasi coetanei, suppongo dal tuo nick, e non so se ti ricordi quando da piccoli ci ripetevano continuamente “Studia che la preparazione paga sempre tanto e per gli ignoranti non c’è futuro”. Ce lo dicevano i nostri genitori per il nostro bene e lo facevano in buona fede. Poi si diventa grandi e si capisce che la buona fede delle nostre famiglie viene ripagata solo in minima parte. E’ brutto verificarlo ma la maturità ci serve anche a capire che non tutto era sbagliato. Poi arriva la busta paga che non è quella che ci era stata prospettata quando alle elementari si studiava Napoleone sul sussidiario. Ma ormai siamo maturi e sappiamo che i nostri genitori non potevano prevedere l’attuale situazione economica e stringendo i denti ci facciamo coraggio e andiamo avanti con difficoltà.
    Poi, durante uno dei tanti momenti di difficoltà che la vita ci ha regalato, ci viene davanti uno che viene pagato 850.000 euro all’anno e non è in grado di svolgere decentemente una delle fasi più semplici del suo lavoro: preparare un discorso di incoraggiamento per i dipendenti della sua azienda. Non pensi che un po’ di sdegno sia il minimo che possiamo provare nei confronti sia del Luciani sia del sistema che ha premiato quelli come lui e prendendo in giro tutti i suoi compagni di scuola che a scuola lavoravano sodo? Tu pensi che gli insulti che leggi qua siano il frutto di una campagna. Io penso che sia semplicemente la somma di tante voci scontente e stufe di prepotenza, arroganza, pressapochismo, ignoranza compiaciuta. Tutte cose che Luciani ha la colpa di rappresentare bene in questo momento.
    Leggiti l’intervista che ha rilasciato poco dopo la bufera che ha scatenato il video: dice che i discorsi da fare in pubblico non se li prepara, dice che va a braccio. Pagato profumatamente 850.000 euro all’anno per improvvisare alle convention. E’ assurdo. Anzi non lo è se non stimi le persone che partecipano a tale riunione.
    Siamo in tanti ad essere arrabbiati forse perchè Luca Luciani non è solo, di somari patentati e legittimati a dirigere come lui le aziende son piene.
    Ciao.

  104. robbaus 10 aprile 2008 a 17:43 #

    @ stema71, infatti, solo la stupidità umana può mettere ai vertici di un’azienda una capra ignorante come questa, che, benchè abbia una laurea alla luiss, a stento riesce a parlare correttamente in italiano. Luca Luciani è in telecom dal 1999, e se non ricordo male, di disastri di bilancio e porcate varie ultimamente in telecom ne sono successi abbastanza no? O sbaglio?
    E non si tratta di gaffe,la gaffe la fai una volta è un errore per definizione.
    Invece qui si tratta di ignoranza pura e semplice,di uno che è,anzi,era(adesso lo sa molto bene chi ha vinto a waterloo)convinto che a Waterloo Napoleone avesse sbaragliato la coalizione(che poi era una coalizione di ben più di 5 nazioni…immagino però che le uniche cose che abbia mai saputo su Napoleone fossero: Napoleone appunto,waterloo,5 nazioni,forze in campo,e dulcis in fundo vittoria di Napoleone! ),sarebbe stato come dire che i tedeschi riuscirono conquistare Mosca nel 1941 e a sconfiggere i sovietici…questo qui non aveva nemmeno idea di che cosa stesse parlando,non sapeva nemmeno cosa fosse waterloo,di conseguenza nn sapeva il prima e il dopo waterloo…è questo il punto.
    In più è uno che siede ai vertici di un’azienda e nemmeno riesce ad esprimersi correttamente in italiano…o adesso basta essere palestrati&lampadati&raccomandati&a-volte-pregiudicati(ho scoperto l’acqua calda…) per fare i
    top-manager?l’italiano e in generale la cultura(ma da scuole medie fatte senza troppi sforzi eh, mica da laurea in -qualunque cosa si voglia- presa con lode e bacio accademico) li lasciamo come optional…?
    e ribadisco:
    Che ci siano personaggi come luciani ai vertici aziendali ormai non mi sorprende più, mi fa sempre un certo effetto però vedere che ci siano “comuni mortali” che difendono questi miserabili caproni raccomandati…e che chiedono pure il bis…a questo, ne sono sicuro, non credo mi ci potrò mai abituare…

  105. danner 10 aprile 2008 a 17:45 #

    Waterloo, Waterloo, Waterloo, morne plaine ..(Victor Hugo)
    ………..e se la dichiarazione “motivazionale” del Sig. (sic) Luca Luciani avesse sull’immagine di Telecom lo stesso impatto degli sbagli di Napoleone a Waterloo ….che disfatta!!!!!!

  106. Bastiano 10 aprile 2008 a 18:28 #

    robbaus,
    sono assolutamente d’accordo con te. Oltre alla “scivolatona” su Napoleone il contenuto del discorso di Luciani doveva essere “motivazionale”. Io non ci trovo nulla di motivazionale, forse perchè Luciani come costrutto linguistico e metafore è stato formato in un altro Paese. Mi spiegate cosa vuol dire “aria da aspettativa” e “facce da senso critico”? Non ho mai sentito nessuno che si rivolge ad una persona e gli dice: “Ciao, oggi hai una faccia da senso critico…” semmai puoi dire “hai un’espressione critica”. E cos’è l'”aria da aspettiva”? Che tempo fa oggi? Ma…c’è un pò di “arietta da aspettativa”. Semmai, si può dire “avverto un clima di aspettativa, di chi è in attesa e non si muove”. Concordo, uno che percepisce 840 mila euro l’anno per fare QUESTO MESTIERE i discorsi se li deve preparare prima o almeno avere la decenza di farseli preparare. Attenzione ragazzi che tra poco arriva il prossimo in politica, nome omen: MATTEO COLANINNO.

  107. robbaus 10 aprile 2008 a 20:06 #

    Ma…forse…alla fine ha ragione luciani….chi di voi oggi non s’è rimbalzato perchè ha letto il giornale e vedendo il titolo sulla roma ha fatto il professore e s’è fatto un grande film che è tutta una cazzata?

  108. marco 10 aprile 2008 a 21:16 #

    VERARDI & MANZONI, SAREBBE IL CASO CHE VI BACIATE…SIETE COME I FIDANZATINI, PRIMA SE LE DANNO E POI FANNO L’AMORE…MA COME SIETE TENERI.
    QUANTO AL LUCIANI, SPIACENTE RAGAZZI, MA NON SIETE IN GRADO DI CAPIRE LE STRATEGIE DI QUESTE PERSONE.
    LUCIANI AVEVA SOTTOMANO CLIENTI FRANCESI E QUINDI NIENTE DI MEGLIO CHE FAR VINCERE NAPOLE(T)ONE A WATERLOO; QUANDO AVRA’ A CHE FARE CON CLIENTI CINESI, FARA’ SCOPRIRE L’AMERICA A BRUCE LEE.

  109. fabio annovazzi 11 aprile 2008 a 22:38 #

    Per Giuseppe => mi ricordo benissimo. Cerchiamo di ribeccarci!

  110. Giuseppe 13 aprile 2008 a 23:04 #

    Che dire un cerebroleso ricco grazie dalla Telecom, ma vi immaginate come sono gli altri, perché come questo ce ne sono parecchi.
    Se provate a vivere certi ambienti vi rendete conto di quanti sono, di come sono fuori da mondo e di come stanno portando il paese al completo sfascio.

  111. Berlioz 15 aprile 2008 a 00:03 #

    Ha vinto lo psiconano quindi Luca Luciani sarà il prossimo ministro della pubblica istruzione.

    W l’Italia e i suoi degni cittadini.

  112. Davide Tesoro-Tess 15 aprile 2008 a 04:15 #

    Per Giuseppe Verardi e Fabio Annovazzi, insieme a brando, roberto e stema 71.

    Grazie, per fortuna c’e’ ancora qualcuno armato di buona volonta’ e raziocinio che prova a far rinsavire decine di persone che sono convinti si possa giudicare la vita di una persona da due minuti scarsi presi da YouTube.

    PS Ovviamente non parlo di persone come Massimiliano

  113. Gianni 23 aprile 2008 a 12:47 #

    Ormai in questo blog se ne sono dette veramente di tutti i colori.
    Pero’ vorrei esprimere a mia volta il disappunto che provo.
    Anche io sono laureato (in ING. TELEMATICA) e per ora ho un posto di lavoro co.pro., ma il disappunto che provo non e’ affatto per il mio stipendio in confronto a quello del famoso divo Luciani, piuttosto per il fatto che l’intervento di questo discutibile manager, sia salito alla ribalta per la clamorosa gaffe su Napoleone (ma se fosse NapoleTone potrebbe anche essere vero) e non per la totale incapacita’ di lingua (sia di logica che di grammatica) dimostrata !
    Ma come !?
    In 20 secondi circa di orrore (tanto dura il video) la cosa piu’ raccapricciante e’ sicuramente la totale mancanza di nessi logici (in realta’ a volte sono addirittura contrastanti) e la NATURALE sgrammatica del “manager” (gli esce proprio naturale, e’ sua ed e’ segno di ignoranza, indica come lui non abbia mai curato la lingua italiana, probabilmente non ha mai letto un libro in vita sua).
    Sarebbe bello che chi ne avesse l’opportunita’ non aspettasse strampalate madornali per mettere online i video che riprendono questo manager o quell’altro, ma anche per esibizioni di logica&grammatica esileranti come questa!
    A tutti i difensori di Luca Luciani che ho trovato in questo blog proporrei uno spunto di riflessione: un vecchio adagio dice “meglio stare zitti e sembrare ignoranti che parlare e dimostrarlo”.

  114. Gianni 23 aprile 2008 a 17:43 #

    in circa 2 minuti volevo dire non 20 secondi (magari durasse solo cosi’ poco…)

  115. Stefano Luchetti 4 luglio 2008 a 10:20 #

    @ pippo “….Io la motivazione in questo video l’ho trovata: se questo qui è arrivato dove è arrivato allora tutti abbiamo una speranza!!!!”

    correggo, … tutti possiamo morire disperati: inutile prepararsi per affrontare le sfide della vita, tanto, gioca sempre il solito raccomandato.

    P.S.: Mi sento in colpa per la mia “riduttiva, affrettata, qualunque e generica asserzione” ma:
    (1) passi la contingenza politico-economica internazionale sfavoravole
    (2) passi l’insufficienza organizzativo-strutturale in cui versano le nostre istituzioni
    (3) passino i elefantaici carrozzoni all’italiana
    (4) passi l’n-esimo bla bla bla

    …ma con queste teste, … come si può pretendere che Telecom non debba ricorrere a licenziamenti (per ora 5000) in massa? La dimostrazione delle capacità medie dei manager italiani è intimamente collegata ai loro risultati sul campo!!! E i risultati sono spaventosi. Spaventosi, si, non potevo trovare accezzione (vediamo se lo yuppie-mastered manager di turno mi corregge) più adeguata! Urla sacrileghe per i numeri di Telecom Italia più che per la gaffe su Napoleone! Si pensi a quanti Luca Luciani ora stanno indossando guanti di gomma in una sala operatoria!!!

  116. Fred 29 agosto 2008 a 14:00 #

    Comunque Luciani aveva ragione, è stato fin troppo preciso dicendo che “Napoleone fece il suo capolavoro a Waterloo”. Infatti è esattamente quello che disse il Duca di Wellington dopo la battaglia !!!!!!

  117. Luca 8 aprile 2009 a 17:26 #

    x fabio antonovazzi:
    lui parlava proprio di waterloo…ha specificato, in modo da non essere frainteso “una pianura in Belgio”….non c’è nessun fraintendimento…

Trackbacks/Pingbacks

  1. Il Blog di Enrico» Archivi Blog » La Waterloo del “Top Manager” Telecom - 4 aprile 2008

    […] Via demanews […]

  2. Il miracolo di Napoleone a Waterloo « - 5 aprile 2008

    […] Fonte: Demanews […]

  3. L'IRA DI SONIC PORK - ridiamo per non piangere - Videogiochi Forum su Multiplayer.it - 6 aprile 2008

    […] Animali accompagnate dalle 2 bestie Trazum ed Erbino potevano farcela Flyer Per capire -> Diamo un nome a questa faccia da…….. Per chi non ricodasse bene come sono andate le cose a Waterloo->Waterloo secondo la storia Ed […]

  4. Waterloo secondo Telecom » citazioni Piazza Affari telecom video Azioni Curiosità Italia » AC Finanza - 7 aprile 2008

    […] Ecco la trascrizione integrale dell’intervento, rintracciata qui: […]

  5. Twitter Camp « Dema FON blog - 17 aprile 2008

    […] l’occasione per farmi assalire da mio fratellino Napoleone (no , non quello di Luca Luciani) […]

  6. ciacci.us » Blog Archive » Il nuovo mito della rete, Luca Luciani - 29 maggio 2008

    […] fare queste figure (e poi trovo anche abbastanza volgarotto il suo intervento) Fatevi un idea su questo blog. Bookmark It Hide […]

  7. Telecom Italia: se questo è un uomo… - 6 giugno 2008

    […] di una cosa è sicuramente responsabile: DI QUELLO CHE DICE. E per essere più completi, grazie a Dema posso riportare il testo completo del suo discorso: Questo è il messaggio a cui tengo molto. […]

  8. Luca Luciani è tornato: blogger impazziti per la sua mail che gira in Rete :: Buongiorno Roma - 13 settembre 2008

    […] ricordate Luca Luciani? Il mitico Head of Domestic Mobile Services di Telecom, è tornato per fare impazzire nuovamente la […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: